Cinema dal Basso presenta: gli artisti del “Jarmush Estate”

In occasone del Festival di Musica e Arti “Jarmush Estate”, che si terrà dal 17 al 19 luglio dalle 19.30 al Salone Borbonico (ex Caserma De Martino) a Casagiove, Cinema dal Basso curerà la rassegna di video arte insieme con Producti. Per l’occasione vi presentiamo gli artisti, autori delle opere che verranno proiettate nel corso della manifestazione

ALESSANDRO INGLIMA

Laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sul Sound Design e sul nuovo linguaggio musicale nel `900, lavoro in cui si presentava una sonorizzazione sperimentale del film muto Entr’acte (René Clair, Francia 1924). Suona il basso e il synth in diverse formazioni e si occupa di Computer Music e progetti di sintesi sonora. Ha collaborato con il Laboratorio di Comunicazione Visiva presso l’Università degli Studi di Salerno come designer video, audio, e web e si è formato successivamente come montatore cinematografico, attualmente si occupa di sound design soprattutto in ambito teatrale e di video editing e fa parte dello staff della webradio radioPAN.it

ANGELO ROSSI

Nella vita si occupa di Letteratura Italiana, Storia della Lingua e Filologia Italiana, in particolare di Fenoglio e Pizzuto. Come poeta ha partecipato a diverse performance e ha diverse pubblicazioni all’attivo: da anni lavora su oralità e poesia. Ha pubblicato anche opere di narrativa. E’ in uscita per edizioni D’if “Un’anima in piena”, il suo ultimo lavoro, “un’opera tra prosa e poesia che riflette sulla dimensione della precarietà: l’impasse di un uomo che cerca il bandolo attraverso una delirante lucidità esistenziale”. Come video artista ha esposto sue opere in alcune mostre collettive oltre a collaborare come vj con diverse formazioni musicali.

LUIGI FOGLIA + MARIANGELA TARTAGLIONE

Il gruppo artistico, composto da Luigi Foglia (architetto) e Mariangela Tartaglione (linguista) conduce una ricerca estetica che indaga gli aspetti intimi e psicologici e le ragioni sociali che connotano la vita in provincia. Arricchendosi della diversità degli ambiti di provenienza, i due approdano a un discorso artistico ibrido, che trova la sua essenza nella contaminazione delle arti visive (video e foto) con la scrittura letteraria. Dopo un tavolo di sperimentazioni, che dal 2005 li ha condotti ad una produzione di singoli “pezzi” non finalizzati ad una dimensione espositiva, nell’Aprile 2008 arrivano alla creazione del loro primo concept work fotografico – letterario Scusa amore…ma non riesco più a trovare la strada di casa che, invece, viene presentato in vari contesti espositivi nel Casertano e nel Napoletano.

LUIGI MARMO

Nel 2001 fonda il Laboratorio Cinematografico Gabriele Anastasio, con cui collabora fino al 2004. Nel 2003 cura la prima edizione del BiancoFilmFestival di Perugia, in qualità di direttore artistico. Nel 2003 partecipa al progetto Autoritratto Italiano, Ipotesi Cinema di Ermanno Olmi, per RaiTre. Nel 2005/06 collabora con Cinecittà Entertainment in qualità di filmmaker. Nel 2007 crea la Hobos Factory, marchio di produzione audiovisiva e firma la realizzazione di vari documentari e cortometraggi. Lavora come operatore di ripresa e montatore in una serie di documentari per Rai e Mediaset. Stato Privato, il suo ultimo cortometraggio, vince al festival Linea d’ombra come miglior cortometraggio italiano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...