“Rimbò” di Andrea Canova a novembre a Cinema dal Basso

Ospite a Cinema dal basso Andrea Canova

“Rimbò” è la storia di un bambino. Anzi del bambino. Di quelle tracce indelebili che determinano la nostra crescita, la nostra vita da adulti. Tracce di un mondo lontano, ma ben conservate nella memoria di ciascuno di noi. Immagini di ricordi indelebili di quando tutto ci appariva immenso e sconosciuto. Gli occhi del bambino, puri e incontaminati, e privi del nostro metro di giudizio, rivolti sempre alla scoperta di ogni cosa, sono il punto di partenza, il punto di vista del racconto.Un bambino con occhi di gallo, che di nome fa “Arturo”, ma che tutti chiamano “Rimbò”. Nomignolo che diventa quasi il marchio della sua diversità e di un’identità negata, che non accetta d’istinto le regole preconcette.
Un bambino che cresce, come il poeta Arthur Rimbaud, in un piccolo borgo di campagna della seconda metà dell’800, dove le regole sono severe e la mentalità ristretta.
Fondendo una libera interpretazione delle note biografiche su Arthur Rimbaud con alcune immagini, alcune esperienze dell’infanzia degli autori, l’opera si concentra sul tema del conflitto tra il mondo del bambino e quello degli adulti. Tra l’atto puro ed istintivo del gioco e della scoperta ed il giudizio, il limite imposto, spesso prepotentemente. Ne deriva il bisogno prematuro di evasione, di fuga del bambino e la conseguente scoperta di nuovi mondi, reali o immaginari.

Il Trailer


http://www.rabbizfilm.com/Rabbizfilm/home.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...