I lungometraggi del VI Festival di Cinema Indipendente

UNA SELEZIONE ESCLUSIVA DI CORTOMETRAGGI INTERNAZIONALI premiati ai principali festival di tutto il mondo, una carrellata di 2 ore di piccoli gioiellini lontani dai circuiti mainstream che non vedrete altrove e che, con un occhio puntato sui talenti del nostro territorio e l’altro sul meglio del panorama indipendente internazionale, vi faranno ridere, piangere, riflettere, incazzare, commuovere ed emozionare nel giro di pochi minuti, come solo il cinema sa fare. Angelo Cretella, Alessandro Rauccio & Giulio Caputo,autori di due corti in concorso, sarammo ospiti per presentare le loro opere.

downloadCYOP&KAF, tra i principali street artist italiani, con i suoi segni “anomali, irrequieti, talvolta inquietanti” da oltre 10 anni si infiltra tra vicoli e quartieri borghesi, periferie degradate e gallerie d’arte, per regalarci “un’esposizione aperta 365 giorni l’anno, in continuo allestimento, gratis agli occhi di tutti, dislocata tra Napoli centro e la sua immensa periferia”. Impegnato ad “infilare sabbia nell’ingranaggio del monopensiero imperante” con la sua arte, Cyop&Kaf, ospite del festival, presenta per la prima volta a Caserta “Il Segreto”: finalista ai David di Donatello, menzione speciale al TFF, premiato ai festival di Portogallo, Serbia, Brasile, Francia, è il racconto potente e commuovente delle peregrinazioni rionali, apparentemente insensate, di un gruppo di bambini di strada alla ricerca di vecchi alberi di Natale; un viaggio contro le autorità e il buon senso che porta alla rivelazione di un “segreto” spiazzante.

Il trailer de “Il segreto”

locandina (1)SUSANNA NICCHIARELLI, premio Controcampo a Venezia per “Cosmonauta”, sarà ospite a Cinema dalBasso per presentare “Per tutta la vita”, splendido docufilm che, a 40 anni dal referendum sul divorzio, riflette sul significato del matrimonio prima e dopo l’entrata in vigore della legge e sulla possibilità dell’amore eterno, attraverso materiali di repertorio – tra cui un inedito comizio di Fanfani conservato nell’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, immagini di Enrico Berlinguer e di Padre Mariano – super8 di famiglia commentati dalla madre e il padre, racconti di storie d’amore finite bene e male,  chiacchierate con un amico avvocato divorzista e una biologa che si interroga si interroga naturalità della monogamia nella specie umana rispetto agli altri primati, la regista ha voluto realizzare perché, racconta “[…] mi ero appena sposata e mi chiedevo perché si decide di fare una cosa così assurda”.

locandinaN-CAPACE di Eleonora Danco. Un documentario unico al mondo, frutto di un atto estetico di amore verso l’arte che sfugge dal luogo comune della ricerca di senso e dai cliché della necessità di contenuto per rifuggiarsi sul piano narrativo-poetico di una libertà espressiva estrema. L’artista, incastrata nel tempo ovattato di una vasca da bagno piena di biscotti, incapace di alzarsi da un letto disfatto ai bordi della ferrovia, si muove su piani obliqui di significati -l’impudica vecchiaia e il delirio onnipotente dell’adolescenza, le uniche due età che reputa interessanti, l’amore e il sesso, la donna e l’uomo – senza voler provare a oggettivizzarli, ma accarezzandoli con l’impossibile passività di chi ha alle spalle una sconfinata cultura visiva, un innegabile gusto estetico, un’incredibile emancipazione intellettuale tali da riuscire a trasmettere allo spettatore il senso stupefacente di un abbattimento delle barriere tra le arti.

Il trailer de “N-Capace”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...