Documentari

Cinema dal Basso vi invita alla visione di una selezione dei migliori documentari proiettati nel corso delle edizioni passate del nostro festival e disponibili in rete

 

Il tempo delle arance

ARANCE_1

  • Regia: Nicola Angrisano
  • Soggetto & Sceneggiatura: Nicola Angrisano
  • Montaggio & Fotografia: Luca Manunza
  • Colonna sonora originale: Radiodervish
  • Produzione: Insu^tv
  • Distribuzione: Distribuzioni dal Basso
  • Anno: 2010
  • Durata: 29′

Premi: Primo premio Visioni Doc a Visioni italiane 2010,  Primo premio Collecchio film festival, Rassegna Doc in tour 2011 ER, Rassegna Estate DOC 2011 ER

Sinossi: Volevano braccia e sono arrivati uomini. Sabato 9 gennaio 2010: la polizia sgombera 500 braccianti immigrati da un ex-complesso industriale sulla statale tra Rosarno e Gioia Tauro. Un presidio di cittadini blocca la strada per garantirsi che l’operazione vada fino in fondo. Un gruppo di videomaker si è recato a Rosarno nei giorni del pogrom, per ritrovare, nelle immagini e nei racconti dei protagonisti, le ragioni della ribellione contro la violenza e l’apartheid cui è seguita la vendetta della mafia e del governo…

http://www.insutv.it

Guarda il film

 

 

Una montagna di balle

download (1)

  • Regia: Nicola Angrisano
  • Riprese: Luca Manunza & Raffaele Aspide                                                               
  • Montaggio: Simone Veneroso                                                                                            
  • Post-produzione audio: Marco Della Monica                                                                        
  • Fotografie di reportage: Eduardo Castaldo                                                                    
  • Colonna sonora originale: Marco Messina (99posse)                                                        
  • Produzione: Insu^tv – Cantiere dell’immaginario – PDB
  • Anno: 2009                                                                 
  • Durata: 77′

Sinossi: Dal 2003 al 2009, un gruppo di videomakers, ha documentato la cosidetta “emergenza rifiuti Campana” per svelarne gli ingranaggi, individuare responsabilità e attori di quindici anni di “gestione straordinaria”. Uno spettacolo costato miliardi di euro e decine di processi in corso. Ma dove finiscono i rifiuti campani? Quali sono le ferite di una terra bruciata e i danni alla salute di milioni di persone? Il più grande disastro ecologico dell’Europa occidentale raccontato dalle voci delle comunità in lotta. L’assalto ai fondi pubblici, le zone d’ombra della democrazia, il boicottaggio della “differenziata”, le collusioni con le ecomafie e le proposte di chi si interroga seriamente sulle alternative. E se “vivere in emergenza”, fosse solo una strategia per accumulare profitti?

Guarda il film

 

 

DIO (CE)

download

  • Regia: Angelo Cretella
  • Durata: 51’30
  • Anno: 2009
  • Produzione: Blow Up Film

Sinossi: Un ferragosto sognando le Maldive, i Caraibi, una metropoli europea o forse soltanto una vacanza da raccontare. Ma la realtà è diversa per chi vive in quella provincia chiamata, quasi come una beffa, “Terra di Lavoro”: una terra sporca, rumorosa, instabile, sfocata, dove il ferragosto è solo un’altra interminabile giornata di caldo pesante, che scava i solchi delle eterne emergenze in fondo alle quali, nonostante tutto, DIO (CE)

http://www.blowupfilm.com

Guarda il film

 

 

Be Water My Friend

1913528_173162443069_4018184_n

  • Soggetto & Sceneggiatura:Antonio Martino
  • Direttore della fotografia: Antonio Martino
  • Montaggio: Antonio Martino
  • Musica: Antonio Martino, Leonida Mària, Antonino Calzone
  • Produzione: Martino/Videoinflussi 
  • Durata: 14′                       
  • Anno: 2009

Sinossi: Ciò che è oggi non è quello che era ieri né quello che sarà domani. In questa frase la disperazione e rassegnazione degli ex pescatori di Muynaq, piccola cittadina affacciata su quelle che erano le sponde del Lago di Aral. La città, ormai fantasma, e i suoi abitanti sono vittime di un inarrestabile disastro ambientale in atto ormai da decenni. “Il lago d’Aral, molto spesso chiamato mare d’Aral, fino a sessant’anni fa era considerato uno dei quattro laghi più grandi del mondo. Oggi è quasi scomparso. Al suo posto resta un fondale di sabbia e paludi molto salate e inquinate. La causa è stata il fatto di prelevare tutta l’acqua dei due fiumi affluenti al lago, l’Amou-Daria e il Syr-Daria, per irrigare le immense piantagioni di cotone, del quale i paesi centro asiatici sono i maggiori produttori del mondo, oggi e lo sono stati anche al tempo dei sovietici.

Guarda il film

 

 

La Domitiana

Domitiana-Locandina-web

  • Regia: Romano Montesarchio
  • Sceneggiatura: Vincenzo Ammaliato & Romano Montesarchio
  • Anno: 2008
  • Durata: 58′
  • Produzione: Effetto Vertigo

Sinossi:  “Fin da piccolo ho sentito parlare delle Domitiana come un luogo terribile dove tutti i mali del sud trovavano terreno fertile” così racconta il suo approccio alla millenaria strada romana il regista di quest’opera viscerale, che si biforca da un lato in un attento e coinvolgente documentario, capace di suscitare nello spettatore un ipnotica e quasi perversa attenzione, dall’altro in un personale grido di denuncia. Quello di un uomo, casertano prima che regista, che gira con una telecamera tra migranti, prostitute, rifiuti ed ecomostri riuscendo a cogliere nel degrado, sia scorci naturalistici di sconvolgente bellezza sia la complessa dicotomia uomo/territorio.

Guarda il film

 

 

U Stisso Sangu

download (2)

  • Regia: Francesco Di Martino
  • Fotografia: Francesco Di Martino
  • Soggetto & Sceneggiatura: Francesco Di Martino & Sebastiano Adernò
  • Montaggio: Corrado Iuvara
  • Fotografia di Scena: Cristian Consoli, Sebastiano Diamante, Francesco Di Martino
  • Grafica: Cristian Consoli
  • Musiche: Trio Migrantes con la partecipazione dei Trinakant
  • Suono: Angelo Moncada
  • Traduzioni: Domenico Lepanto, Kathy Magnus, Abdessamed Abderrazak e Tarig Ahmed Mohamed Nour
  • Distribuzione: MalastradaFilm
  • Licenza: Creative Commons
  • Anno: 2009                        
  • Durata: 55′             
  • Ufficio Stampa: Rosario Cauchi

Sinossi: “U stisso sangu” non è solo un film: è un progetto di diffusione di idee che intende andare oltre le classiche vie del mainstream e dei diritti di distribuzioni, troppo legate a produzioni non libere, non di impatto sociale e legate a budget insostenibili per la maggior parte degli autori emergenti. La distribuzione di questo film è partita “dal basso”, cioè dalla cittadinanza attiva. Ecco perché “U stisso sangu” è registrato sotto licenza Creative Commons, la quale permette di proiettare liberamente il film (rispettandone la proprietà dell’autore, la gratuità della proiezione e la totalità del lavoro), una volta che se ne sono acquisiti i diritti acquistando una copia del DVD.
Questa modalità permette una veloce e libera circolazione del prodotto, svincolandolo dai percorsi bloccati delle major e dalla pubblicità, e affidandolo ai gruppi, al passaparola, alle associazioni e ai movimenti sensibili e che sensibilizzano.

http://www.malastrada.com

Guarda il film

 

 

Missing New Orleans

download

 

  • Regia: Angelica De Rossi, Simona Tili, Andrea Ciacci
  • Montaggio : Andrea Ciacci
  • Musiche: Francesco Landolfi, Daniele Zaccaria
  • Anno: 2008
  • Durata: ’42
  • Produzione: Suttvuess

Sinossi: A due anni dall’arrivo dell’uragano “Katrina”, la popolazione di New Orleans deve ancora risollevarsi dalla più grande tragedia naturale e umana che abbia mai colpito gli stati uniti d’america. oggi gli abitanti di New Orleans hanno una sola ossessione: tornare a casa.

Guarda il film

 

 

 Il passaggio della linea

prod177

  • Soggetto:Pietro Marcello
  • Aiuto regia: Sara Fgaier
  • Fotografia: Daria D’Antonio
  • Montaggio: Aline Herve’
  • Assistente al montaggio: Matteo Gherardini
  • Musica:Mirko Signorile & Marco Messina
  • Suono: Michele Caruso
  • Sonorizzazione: Riccardo Spagnoli
  • Inchiesta e documentazione sonora: Marcello Anselmo
  • Supervisione alla produzione: Carlotta Calori
  • Prodotto da: Nicola Giuliano & Francesca Cima
  • Produttore associato: Luca Fanfani 
  • Produzione: Indigo Film, Mercurio Cinematografica, Rai 3
  • Ufficio stampa: Rosalba Ruggeri
  • Anno: 2007
  • Durata: 57′
  • Premi: Mostra del cinema di Venezia 2007: Menzione speciale Doc/IT, Pasinetti DOC

Sinossi: “Il passaggio della linea è un “viaggio” lungo l’Italia cadenzato dal ritmo dei treni espressi a lunga percorrenza, da tempo abbandonati ad un destino di lento degrado, che attraversano la penisola da sud a nord e viceversa, in un percorso che va dalla notte al mattino. Una carrellata di paesaggi, architetture, volti, dialetti e voci, vite che si mescolano in un corpo unico a bordo dei treni.

Guarda il film

 

 

La bocca del lupo

show_img

  • Regia: Pietro Marcello
  • Sceneggiatura: Pietro Marcello
  • Fotografia: Pietro Marcello
  • Montaggio: Sara Fgaier
  • Musiche: Nino Bruno, Marco Messina, Massimiliano Sacchi
  • Produttore: Nicola Giuliano, Francesco Cima, Dario Zonta
  • Casa di produzione: Indigo Film, L’Avventurosa Film, Associazione San Marcellino, Rai Cinema 
  • Distribuzione: BIM 
  • Anno: 2009
  • Durata: 68′

Premi: Miglior film al Torino Film Festival, Premio Fipresci – Torino Film Festival, Premio Bif&st 2010: miglior documentario, Premio Caligari – Festival Intl. di Berlino, Teddy Award – Festival Intl. di Berlino (Forum), David di Donatello 2010: miglior documentario, Nastri d’argento 2010: miglior documentario.

Sinossi: Un uomo torna a casa, dopo una lunga assenza. Scende al volo da un treno in una livida città portuale. L’attraversa cercando i luoghi di un tempo, ormai in dismissione, che affiorano alla memoria nel loro antico splendore. Nella piccola dimora nel ghetto della città vecchia, l’aspetta da anni una cena fredda e la compagna di una vita. Mary in strada ed Enzo in carcere si sono aspettati e voluti sin dal tempo del loro incontro dietro le sbarre, quando ancora si mandavano messaggi muti, registrati su cassette nascoste. Una casetta in campagna sopra la città e il suo mare, questo è il loro sogno, lontano dal tempo presente, sospeso in un altro tempo di semplice felicità. Ora e ancora, condividono il loro destino furtivo con i compagni degli abissi nel dedalo di Croce Bianca, via Pré, Sottoripa…nomi antichi di un posto non ancora moderno dove il Novecento s’è incagliato come una nave senza ancora.

Guarda il film

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...